Training week#58 – Sarò troppo vecchio per fare questo sport?

/, MMA, Striking, Training Week/Training week#58 – Sarò troppo vecchio per fare questo sport?

Training week#58 – Sarò troppo vecchio per fare questo sport?

Nelle ultime settimane ho ricevuto diverse chiamate ed e-mail da parte di persone interessate ai nostri corsi. La maggior parte di loro mi ha detto:<<Non ho più 20 anni… non sarò troppo vecchio per fare questo sport?>>

La risposta è NO, non s è mai troppo vecchi per questa disciplina, bisogna solo avere qualche accorgimento per rendere l’allenamento più piacevole e meno traumatico possibile.

Una delle caratteristiche di chi non è più un “giovincello” è l’avere una maggiore sensibilizzazione e percezione di se stesso , ma purtroppo molte volte non mi sembra che succeda…

Quindi ho deciso di riportare le 3 regole fondamentali da seguire se ci si trova nella categoria dalla Master 2 a salire.

Rule #1 –  Recupero

Avete bisogno di un recupero maggiore rispetto ai vostri compagni di allenamento più giovani. Forse nella vostra testa vi sentirete come Randy Couture, ma purtroppo non è così. A meno che non abbiate passato tutta la vostra vita da atleti professionisti prima di passare alle arti marziali, se non recupererete in maniera correte andrete incontro a dolori muscolari. Tempo addietro mi è capitato di leggere un libro intitolato The Path to Black Belt, all’interno del testo Rodrigo Gracie e Kid Peligro raccomandano agli old guys di iniziare ad allenarsi due volte a settimana per far sì che il corpo si adatti ai nuovi movimenti. Tenuto conto chi lo scrive e soprattutto a fronte del fatto che hanno allenato un moltitudine infinita di allievi, direi che è il caso di ascoltare questi consigli!

Non siate sciocchi nel pensare che non necessitate di riposo!

Inoltre il ghiaccio è un grande amico, io consiglio di fare la doccia a contrasto, è la maniera più semplice e efficace per rinvigorire il corpo e rafforzare il sistema immunitario è sufficiente alternare acqua calda e fredda.

Rule #2 – Responsabilità

Oltre al fatto che sarà necessario recuperare in maniera ottimale, non dimentichiamoci che dovremo stare attenti a noi stessi e prenderci cura del nostro corpo. Se avete la mia età avete delle responsabilità da assumervi nei confronti del vostro corpo. Infortunarvi sul tatami vi impedirà di svolgere il vostro lavoro e di conseguenza di guadagnare il necessario per voi e per la vostra famiglia.

Per essere sicuri che il vostro corpo sia sufficientemente preparato a sopportare l’allenamento ricordate che dovrete impiegare un tempo pari a quello che dedicate alla tecnica  in recupero (e con recupero intendo tutte quegli accorgimenti che permettono ai gruppi muscolari di ripristinare la loro reattività), quindi: un’ora di lezione corrisponde ad un’ora di recupero.

Rule #3 – Relax

Non tutto l’allenamento che fate deve essere necessariamente duro. Lo so che vi sembrerà difficile affrontare una lezione con tutti quei ragazzi che hanno la metà dei vostri anni e che spingono come arieti in maniera rilassata, ma vi assicuro che se entrate nell’ottica giusta riuscirete solo a trarne dei benefici. Le arti marziali sono un viaggio lungo una vita e non un breve parentesi. Rinunciate ad un giro di rolling in favore dell’allenamento di una settimana, se siete stanchi e non vi sentite nel pieno delle vostre forze fermatevi, non rischiate di infortunarvi e rimanere fermi una settimana intera.

Questa è la mia routine di 70 minuti dedicata ai non-giovani

0-10 minuti: Primal Move, ovvero tutti i movimenti di mobilizzazione, forza e resistenza. Io li faccio sempre prima di iniziare. Perchè? Perchè funzionano e sono un ottimo warm-up sia fisico che mentale.

11-20 minuti: Stretching. Se cominciate a muovervi troverete dei punti del vostro corpo che sono più contratti degli altri. Ecco “stretchateli”. Non saltate mai questo accorgimento, le contrazioni muscolari sono un campanello d’allarme: ascoltatelo! Prestate sempre molta attenzione a quello che vi dice il vostro corpo.

21-50 minuti: Forza. Tre esercizi di 10 minuti l’uno: 30 minuti totali di esercizi metcon o complex. Il tempo che passerete sul tatami riuscirà a potenziare tutto il resto di cui avrete bisogno.

51-60 minuti: Stretching, di nuovo. Sì, è molto importante. A fine allenamento sentirete che altri gruppi muscolari saranno doloranti e contratti, avranno quindi bisogno di essere allungati nella giusta maniera.

 61-70 minuti: Primal Move. Ripetete gli stessi esercizi che avete fatto all’inizio stando molto attenti a come il vostro corpo reagisce. L’allenamento dovrebbe servire a farvi sentire meglio, non a farvi stare male!

 

Come ho detto non si è mai troppo vecchi per praticare questo sport, bisogna solo essere coscienti dei propri limiti, provate a venire in palestra e provate ad effettuare una lezione di prova!

E’ la maniera migliore per capire quale disciplina vi piace di più! Cosa aspettate? Date un’occhiata agli orari dei nostri corsi!

 

Condividi!

By |2017-11-11T10:54:41+00:00novembre 11th, 2017|BJJ, MMA, Striking, Training Week|0 Comments

About the Author:

Alessandro Panettieri ha passato la maggior parte della sua vita tra tatami e sacchi. Ha prima imparato e poi ha iniziato a formare atleti, negli ultimi dodici anni ha fatto solo quello. Nel 2004 fonda il BullDogClan, aprendo la prima struttura di Bologna dedicata alle MMA ed al BJJ.