Training week #46 – Come avvengono gli infortuni?

/, MMA, Striking, Training Week/Training week #46 – Come avvengono gli infortuni?

Training week #46 – Come avvengono gli infortuni?

Tutti noi sappiamo cosa voglia dire infortunarsi sul tatami e soprattutto come ci si senta dopo che ci si è fatti male. Da una parte abbiamo l’infortunio che si può descrivere come un’esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole, direttamente proporzionale al danno subito, dall’altra abbiamo chi ha provocato l’infortunio, sia esso accidentale o meno.

Ma come possono accadere gli infortuni sul tatami?

Da quella che è la mia esperienza ho notato che le ragioni sono sempre le stesse:

Grappling egocentrico: ovvero lottare in maniera super competitiva e con cattiveria agonistica;

Principiantissimi: lottare con novizi o comunque con persone inesperte;

Sfiga: succede un qualcosa che non doveva succedere e che non avreste mai potuto prevedere;

Grappling egocentrico

ovvero esisto solamente io sul tatami. Quando pensate solamente a voi stessi ponete inevitabilmente il vostro partner in una situazione di pericolo. Il rolling o lo sparring è lo scambio di esperienze sportive tra due individui. Se fate un armlock in volo e senza avere mai provato questa tecnica ci sono ottime possibilità che vi facciate veramente male, voi potreste cadere in maniera errata e il vostro sparring partner potrebbe subire un grave infortunio. Inoltre se è arrivato il momento di arrendervi battete! Non mettetevi nella situazione in cui vi fate male voi o mettete il vostro partner nella situazione di infortunarsi.

Ricordate sempre che tutte le volte che si fa del rolling/sparring veniamo sommersi da una serie di emozioni, una serie di modificazioni che avvengono nel nostro corpo sia a livello fisiologico, alterazioni respiratorie e cardiache, sia di pensieri.

Le emozioni primarie sono 7:

  1. rabbia, generata dalla frustrazione che si può manifestare attraverso l’aggressività;
  2. paura, emozione dominata dall’istinto che ha come obiettivo la sopravvivenza del soggetto ad una situazione pericolosa;
  3. tristezza, si origina a seguito di una perdita o da uno scopo non raggiunto;
  4. gioia, stato d’animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri;
  5. sorpresa, si origina da un evento inaspettato, seguito da paura o gioia;
  6. disprezzo, sentimento e atteggiamento di totale mancanza di stima e disdegnato rifiuto verso persone o cose, considerate prive di dignità morale o intellettuale;
  7. disgusto, risposta repulsiva caratterizzata da un’espressione facciale specifica.

La rabbia e la paura sono sicuramente le due emozioni più pericolose e allo stesso tempo sono concatenate tra di loro, ti fanno muovere in maniera scoordinata, aumentano la pressione sanguigna e quindi il battito cardiaco, producono adrenalina ed innescano una serie di comportamenti pericolosi per la propria incolumità e per quella del vostro sparring partner.

Io mi sono trovato moltissime volte a vivere stati di rabbia e frustrazione in tutti questi anni mentre facevo rolling. Solo con il tempo mi sono reso conto che quando mi sentivo in pericolo mettevo forza ovunque e comunque ed il bello è che non ottenevo alcun risultato utile. Quando notate che la rabbia e la paura (di perdere) prendono il sopravvento fermatevi e sbollentate, non ha alcun senso continuare, vi fate male voi e farete male al vostro sparring partner ma soprattutto non imparerete nulla. Prendetevi un round di riposo, non c’è nulla di male.

Principiantissimi

La maggior parte degli infortuni capita nel primo anno e mezzo di pratica ed è sempre frutto del mix tra timing, inesperienza, mancanza di tecnica, scarsa conoscenza dei movimenti.

Altro fattore fondamentale per i principiantissimi è che devono affrontare la frustrante situazione dell’essere finalizzati e non capire cosa stia effettivamente succedendo. Nei nostri corsi siamo soliti fare il “catch and release” ovvero arrivare alla finalizzazione senza però tirarla in maniera tale che i principianti prendano confidenza con tutti i movimenti. Sono anche dell’idea che determinate tecniche non vadano insegnate ai principianti. Sono sicuro che a molti di voi sia capitato di sentirsi dire: <<Ho guardato l’EBI Invitational e ho visto che XXXX ha fatto questa tecnica! Bellissima! Dai proviamola!>> …ovviamente chi propone di vedere queste tecniche non ha la minima idea poi di come si apra una guardia o di come si faccia uno sweep.

La lotta è fatta di step ed è assolutamente necessario seguirli uno alla volta in maniera meticolosa e scrupolosa al fine di arrivare a comprendere tutto nel migliore dei modi.

Per esempio nella nostra scuola affiliata alla Flow Jiu-Jitsu seguiamo un programma stilato dalla nostra cintura nera Andrea Verdemare che sviluppa un percorso graduale e sicuro studiato per far sì che anche i principiantissimi riescano ad evolvere al meglio tecnicamente riducendo il rischio infortuni al minimo.

Ovviamente sta poi in tutti noi avere rispetto del nostro avversario.

Sfiga

Secondo me la maggior parte degli incidenti si possono evitare, ma a volte capitano ugualmente, la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo!

Cercate però di non mettere la sfiga in condizione ottimale per agire, se avete un dolore da qualche parte non allenatevi, lo sapete benissimo che sicuramente sbatterete proprio in quel punto! Se c’è poco spazio ma siete sicuri di riuscire a fare rolling senza sbattere nella coppia vicino a voi, vi sbagliate: sicuramente riceverete una tallonata in testa mentre qualcuno subisce uno sweep.

Inoltre tenete sempre d’occhio gli inesperti, quando meno ve lo aspettate possono innescare delle reazioni a catena che neanche “Final destination” può immaginare!

 

Le arti marziali e gli sport da combattimento sono meravigliosi e noi lo sappiamo, bastano solo pochi piccoli accorgimenti per renderli ancora più belli e “safe“.

Se non li avete mai provati vi diamo un consiglio: fatelo al più presto!

Venite in palestra e salite sul tatami! Non abbiate paura! I nostri corsi sono adatti a tutti a prescindere dalla forma fisica, dall’esperienza sportiva pregressa e dall’età!

Avete ancora poco tempo per approfittare della Promo Estiva, non lasciatevela sfuggire!

-1336Giorni -16Ore -53Minuti -10Secondi

Maggiori info a questo link

Condividi!

By |2017-08-05T12:38:59+02:00Agosto 5th, 2017|BJJ, MMA, Striking, Training Week|0 Comments

About the Author:

Alessandro Panettieri ha passato la maggior parte della sua vita tra tatami e sacchi. Ha prima imparato e poi ha iniziato a formare atleti, negli ultimi dodici anni ha fatto solo quello. Nel 2004 fonda il BullDogClan, aprendo la prima struttura di Bologna dedicata alle MMA ed al BJJ.